SISMABONUS

SISMABONUS

Il sismabonus, già esistente per gli edifici nelle zone 1 e 2 ad alta pericolosità sismica, viene esteso anche alle zone 3 a partire dal primo gennaio 2017.

Funzionerà come una detrazione fiscale che sarà possibile richiedere fino al 31 dicembre 2021. Il tetto di spesa incentivabile sarà 96mila euro. Il rimborso avverrà però in cinque anni anziché in dieci. 

Con degli emendamenti al disegno di legge di Bilancio 2017, la detrazione del 65% è stata estesa alla certificazione sismica degli edifici, anche se dopo non si realizzano i lavori di messa in sicurezza,

Sarà riconosciuto un bonus al 70% o all’80% in caso di miglioramento di una o due classi di rischio e al 75% e 85% in presenza di miglioramenti riguardanti tutto l’edificio condominiale. Saranno detraibili anche le spese per la classificazione e verifica sismica. Il tetto di spesa incentivabile sarà di 96mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari del condominio.